in , ,

Friends from College, la nuova serie Netflix

Friends from College

Cosa succede quando, alla soglia dei quarant’anni, ci si trova a rifrequentare gli amici del college?

Quasi certamente, quello che succede in Friends from College, la nuovissima sit-com appena approdata in casa Netflix.

Creata e prodotta da Nicholas Staller e la moglie Francesca Delbanco, Friends from College racconta, in otto episodi da trenta minuti ciascuno, le (dis)avventure di un gruppo di ex studenti di Harward: lo scrittore Ethan (Keegan-Micheal Key), l’avvocato Lisa (Cobie Smulders, la Robin di How I Meet Your Mother) e l’architetto Sam (Annie Parisse), bloccati da più di vent’anni in un triangolo amoroso; i mai cresciuti Nick (Nat Faxon) e Marianne (Jae Suh Park), assolutamente incapaci di assumersi qualunque tipo di responsabilità; e Max (Fred Savage) che, per quanto si sforzi, in loro compagnia non riesce a non trasformarsi in un ridicolo diciottenne.

Friends from College

 

Tutti affetti da una classicissima sindrome di Peter Pan, incapaci di lasciar andare i bei vecchi tempi dell’università, i sei protagonisti si trovano perennemente in bilico tra passato e presente, con prevedibili conseguenze annesse e connesse.

Una serie divertente, spensierata, senza troppe pretese, che certo non ambisce a farsi portatrice di chissà quale messaggio filosofico ma che, comunque, tra momenti e battute esilaranti (e una colonna sonora rigorosamente anni ’90!) riesce a far riflettere su come il tempo passi e ci cambi, indipendentemente dalla nostra volontà.

P.S. Se avete quattro ore da dedicare ad una maratona Netflix, Friends from College fa sicuramente al caso vostro!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Anna Improta

Written by Anna Improta

Con una laurea e mezza nel cassetto, ancora cerca di capire cosa vuole fare e dove vuole andare. Nel frattempo, oltre a lamentarsi per gli esami come ogni studentessa che si rispetti, parla (troppo), scrive, legge, mangia compulsivamente caramelle gommose e guarda film e telefilm come se non ci fosse un domani

[g1_socials_user user="6" icon_size="28" icon_color="text"]

Rockin’ Troubadour : Club 27 il caso Jim Morrison

Risorgimarche: musica, solidarietà, ecologia