in , , , ,

Foo Fighters @ Firenze Rocks 2018: Dave Grohl è il vero mattatore della serata

Il Firenze Rocks è cominciato col botto: i Foo Fighters si sono esibiti il 14 giugno, unica data italiana del Concrete and Gold Tour.

Foo Fighters @ Firenze Rocks 2018 - recensione concerto - Rockin' Donuts

Il Firenze Rocks 2018 è cominciato col botto: i Foo Fighters si sono esibiti il 14 giugno, unica data italiana del Concrete and Gold Tour. Ad introdurre la band di Dave Grohl ci hanno pensato i The Kills con il loro indie rock, poi è toccato ai Wolf Alice – in lizza per i Brit Awards 2018 – e per finire Frank Carter & The Rattlesnake.

Le band che hanno suonato prima dei Foo Fighters si sono dimostrate all’altezza del festival e hanno contribuito a creare l’atmosfera e a rendere tutti carichi per il concerto delle 21.

Foo Fighters @ Firenze Rocks 2018 – recensione concerto – Rockin’ Donuts

Quello dei Foo Fighters è stato uno spettacolo straordinario. Nonostante non fossimo nel pit (erano finiti i biglietti dopo 30 secondi dalla messa on line!) siamo riusciti a godere di tutto lo spettacolo grazie ai tre maxi schermi: uno era sul palco e due ai lati. Ancora una volta, Dave Grohl si è dimostrato un ottimo frontman, molto carismatico: non c’è momento in cui Dave non cerchi il contatto con il pubblico, invitandolo a cantare, saltare e urlare. È lui il vero mattatore della serata. Prima propone un sondaggio per capire chi ama il rock, poi invita i fan più giovani a seguire quelli di vecchia data e apprenderne gli insegnamenti di vita. Con loro c’è anche la figlia di Dave che consiglia al padre di suonare ancora tre canzoni contro la sua volontà. Scenetta impagabile svoltasi nel backstage, visibile – naturalmente – a tutti i rockers.

I Foo Fighters si sono cimentati nei loro pezzi storici, nonostante la recente uscita dell’album Concrete and Gold.

Alle battute finali del concerto, durante la presentazione dei componenti del gruppo, arriva la sorpresa: sul palco arriva Duff McKgan e mentre partono le prime note di “It’s so easy”, dai due lati del palco entrano anche Axl e Slash. Quello si che è stato un momento epico!

FF x GNR x ITALY

FF x GNR x Firenze Rocks🌹☠️ 🎸🤘

Pubblicato da Foo Fighters su giovedì 14 giugno 2018

Le due band hanno regalato ai presenti un momento storico. L’incredulità del pubblico nel vedere i gruppi insieme, anche solo per una canzone, è tanta: Axl canta, mentre Dave si limita a suonare la chitarra; si guardano si cercano e alla fine si abbracciano.

Serata da cardiopalma, che si è conclusa con un dettaglio da non sottovalutare: mentre i Foo Fighters cantavano, abbiamo visto una stella cadente. Pensavamo fosse un fuoco d’artificio, invece era davvero un ottimo finale per una serata che era già di per sé grandiosa.

SCALETTA:

Run – All My Life (quoting Cat Scratch Fever – Ted Nugent)

Learn to Fly

The Pretender

The Sky Is a  Neighborhood

Rope

Drum Solo

Sunday Rain

My Hero

These Days

Walk

Imagine / Jump (Lennon / Van Halen)

Blitzkrieg Bop (Ramones)

Under Pressure (Queen & Bowie)

It’s So Easy (con Guns N’Roses)

Monkey Wrench

Wheels Breakout

Dirty Water

Best of You

Times Like These

This Is a Call

Everlong

 

One Ping

  1. Pingback:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Written by Vittorio Sarnelli

Vittorio Sarnelli

Un antico adagio narrava: chiedete ad un uomo di compiere imprese straordinarie e lo farà. Ordinategli di raccontarsi in poche parole e dimenticherà anche il proprio nome.

Firenze Rocks 2018: il rock chiama, Rockin’ Donuts risponde

Guns n’ Roses @Firenze Rocks 2018 : Firenze diventa una “Paradise City”