in , , ,

Firenze Rocks 2018: il rock chiama, Rockin’ Donuts risponde

Foo Fighters, Guns n’ Roses, Iron Maiden e Ozzy Osbourne hanno dato vita a 4 giorni di rock allo stato puro

Firenze Rocks 2018 - Il rock chiama, Rockin' Donuts risponde

La parola rock, solo nel titolo è stata ripetuta tre volte, avete ragione. È cacofonico…. Ma un titolo diverso non renderebbe giustizia all’atmosfera (indovinate?) rock di quattro giorni di fuoco!

Va detto subito che la line up della seconda edizione del Firenze Rocks è una grande sfida per il futuro: sono saliti sul palco Foo Fighters, Guns N’Roses, Iron Maiden e Ozzy Osbourne, senza contare Volbeat, Helloween, Avenged Sevenfold e Judas Priest solo per citarne alcuni. Un incastro a suon di rock e decibel che ha attirato a Firenze una media di 65 mila spettatori a serata, una prova difficile anche per la città che ospitava in concomitanza il mondo della moda di Pitti Uomo.

L’organizzazione ha retto bene, i controlli sono stati accurati, le file scorrevoli, anche se un po’ meno all’uscita, ma non si può tralasciare il grande lavoro di chi a fine concerto ha lavorato per consegnare il prato della Visarno Arena al pubblico del giorno dopo. I responsi sono buoni anche relativamente alla gestione delle code, alle tempistiche di attesa ridotte rispetto allo scorso anno agli stand food & beverage, e il problema polvere è stato arginato. Piacevole novità sono stati i nebulizzatori, provvidenziali in quelle giornate calde.

Nei quattro giorni del Firenze Rocks 2018, Rockin’ Donuts ha giocato le sue carte ed è riuscito a coprire 3 giorni su 4!

Ci siamo persi Ozzy Osbourne, ma dovevamo pur tornare al lavoro! Per questo motivo, questo è un articolo scritto a più mani.

Ed è con gli Iron Maiden che si conclude l’esperienza di Rockin’ Donuts al Firenze Rocks. Sono stati giorni concitati, spettacolari ed entusiasmanti. Per il secondo anno di fila, il festival che prende vita alla Visarno Arena si è confermato come uno dei migliori in Italia, sia per la mole della lineup, sia per l’organizzazione. Sarà difficile superare nomi così importanti come quelli di quest’anno, ma non vediamo l’ora di vedere cosa organizzeranno per noi.

Fino all’anno prossimo, Stay Rock, Be Donuts!

2 Pings & Trackbacks

  1. Pingback:

  2. Pingback:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Capelli ricci, rossetto e mascara sono il suo tratto distintivo. Per lei il cinema, un piacere che si concede ogni volta che può, è un modo per evadere dalla realtà ed immergersi in mondi nuovi. La musica, fedele compagna delle sue giornate, fa da sottofondo quando lavora, ma spesso si lascia trascinare dal sound e finisce col dimenticare ciò che stava facendo!

Rockin’ Troubadour: Ministri – Bisogna avere fiducia

Foo Fighters @ Firenze Rocks 2018: Dave Grohl è il vero mattatore della serata