in , , , ,

Rockin’ Troubadour: Guns N’ Roses – L’unione fa la forza

I Guns N’ Roses sono universalmente riconosciuti come una delle migliori band della storia della musica.

Guns N' Roses - Rockin' Troubadour

La storia dei Guns N’ Roses dimostra che il famoso detto “l’unione fa la forza” spesso vale anche nel mondo della musica, nel bene e nel male. Furono fondati nel 1985 dall’unione di due band: i L.A. Guns e gli Hollywood Roses. Nello stesso anno si unì al gruppo uno dei chitarristi più importanti della storia della musica, cioè Slash, nome d’arte di Saul Hudson.

Dopo un inizio di carriera difficile, passato a guadagnarsi da vivere con piccoli concerti nei locali di Los Angeles, i Guns N’ Roses raggiunsero il successo con il primo album in studio “Appetite for destruction”, inserito da Rolling Stone al quarto posto nella classifica dei 100 migliori album di debutto. Ne fanno parte alcuni dei pezzi cult di questa band: “Welcome to the jungle”, “Paradice city” e “Sweet child o’ mine”.

Proprio quest’ultima è a mio avviso una delle migliori canzoni dei Guns N’ Roses, in cui la dolcezza del testo contrasta con lo stile aggressivo della band. “Sweet child o’ mine” è stata scritta da Axl Rose per la sua ex moglie, quando ancora erano fidanzati. Non è un caso che quest’album sia considerato uno dei migliori lavori nella storia della musica rock.

Guns N’ Roses – Appetite For Destruction – Rockin’ Troubadour

I membri della band conobbero tanto velocemente il successo quanto la dipendenza da droghe e alcol, al punto da essere spesso richiamati all’ordine e etichettati con soprannomi diffamatori. L’intera carriera dei Guns N’ Roses è stata spesso messa a repentaglio a causa di questi eccessi. Axl Rose inizialmente insofferente a questi problemi fu spesso in disaccordo con i suoi compagni, estromettendo il batterista Steven Adler dalla band, causando risse e disordini vari durante i concerti per problemi di sicurezza. Celebre è l’episodio del 2 luglio 1991 a Maryland Heights quando Axl si lanciò nel pubblico per sottrarre una videocamera ad un fan e dopo aver insultato gli addetti alla sicurezza interruppe il concerto, causando una rivolta tra i fan. Similmente a quanto accaduto a Jim Morrison il 1° Marzo 1969 a Miami, Rose fu accusato di aver incitato gli spettatori e di essere responsabile per quanto accaduto.

Il secondo album in studio, “Use your illusion I”, è del 1991 e ne fanno parte “November rain” e “Don’t cry”, brani che ancora oggi capita di ascoltare in radio a distanza di 27 anni. “Don’t cry” fu scritta da Axl Rose ispirandosi ad un episodio della sua vita sentimentale, una ragazza lo aveva lasciato ed invitò l’artista a non piangere. In “November rain” il lungo assolo di Slash, tagliato nella versione per le radio, si piazzò al sesto posto nella classifica dei 100 migliori assoli di chitarra stilata da Guitar World.

Nel 1992 i Guns presero parte al concerto tributo per la morte di Freddy Mercury – chi segue la rubrica ricorderà anche la partecipazione di David Bowie, di cui si è parlato nella scorsa settimana – e agli MTV Music Video Awards, dove Axl Rose ebbe una discussione accesa con Kurt Cobain, di cui era un grande fan mentre il frontman dei Nirvana non apprezzava particolarmente il collega. Rolling Stone ha ricostruito la vicenda.

Ribellarsi vuol dire scendere in campo contro persone come i Guns N’ Roses

Aveva dichiarato Kurt e dopo Dave Grhol ha ricordato:

Axl chiamava di continuo Kurt. Un giorno stavamo camminando in aeroporto e Kurt sbotto, “Cazzo. Axl Rose non smetterà mai di chiamarmi!”

Allora Axl durante un concerto attaccò duramente Cobain e sua moglie Courtney riferendosi ad una vicenda che in quel momento era oggetto di scandalo: la nascita di Francis Cobain “tossicodipendente” a causa della condotta irresponsabile di sua madre durante la gravidanza.

L’unica cosa che sta a significare questa parola per me è uno come Kurt Cobain, che è fondamentalmente un fottuto tossico con una moglie tossica. E se la figlia è nata deforme, penso che dovrebbero andare entrambi in prigione

Lo scontro avvenne a causa di Courtney che insultò Axl nel backstage degli MTV Music Video Awards e Rose aggredì verbalmente Cobain, minacciandolo. Il diverbio vide anche l’intervento dei due bassisti in difesa dei propri leader e nel caso di Novoselic anche amico.

Il declino inesorabile della band iniziò quando nel 1993 Axl Rose ottenne i diritti sul nome della band entrando in polemica con tutti gli altri membri ed in particolare con Slash, che cedette solo difronte al ricatto del cantante di lasciare la band. Nello stesso periodo Axl fu accusato dalle sue ex mogli di maltrattamenti. Un’altra forte polemica tra il frontman e i suoi compagni ci fu per l’inserimento di una cover di una canzone di Charles Manson nell’album “The Spaghetti incident?” non voluta dagli altri membri dei Guns N’ Roses.


Guns N’ Roses – Rockin’ Troubadour

Queste continue divergenze portarono tutti i membri della band a prendere strade diverse da quella di Rose nel 1996.

Rimasto il solo membro della formazione originale, Axl Rose impiegò ben 12 anni per la pubblicazione del nuovo album “Chinese Democracy” (2008).

Nel 2012 i Guns N’ Roses furono inseriti nella Rock and Roll Hall of Fame ed iniziarono a farsi insistenti voci su una reunion della formazione che aveva creato “Appetite for Destruction”, ma Axl si rifiutò di partecipare alla premiazione e chiese di non essere inserito insieme ai suoi vecchi compagni.

Dopo aver fatto parte degli AC/DC, Axl Rose si decise a realizzare finalmente questa tanto attesa reunion nel 2016. Da qui i Guns N’ Roses, forti della ritrovata presenza di Slash, hanno dato il via ad una serie di tour causando la gioia dei milioni di fan in tutto il mondo che hanno dovuto pazientare per venti lunghi anni.

Nonostante siano universalmente riconosciuti come una delle band più importanti nella storia del rock, i Guns N’ Roses avrebbero potuto essere i migliori in assoluto, tanto è grande il loro talento. Ma i problemi interni alla band che l’hanno contraddistinta per tutta la propria storia, causati dalle dipendenze da droga e alcol e dal caratteraccio di Axl Rose, ne hanno un po’ frenato l’ascesa.

One Ping

  1. Pingback:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Written by Enrico Roca

Enrico Roca

Capelli lunghi, barba e occhi chiari. Parlo poco, cerco di ascoltare molto. Amante di letteratura, la scrittura è la mia passione, ho pubblicato due romanzi e molte poesie. Appassionato di musica di ogni genere, in particolare il rock, i miei artisti preferiti sono Jim Morrison, Bon Jovi e James Blunt.

Firenze Rocks 2018: la line up completa

Rockin’ Troubadour: Ministri – Bisogna avere fiducia