in , , , ,

Ritorna BioPics, la mostra che fonde Arte e Cinema

Alla galleria “Promuoviamo Arte” ritorna BioPics, la mostra d’arte in cui i personaggi del grande schermo rivivono nelle tele di Fabio Govoni.

BioPics 3 - Promuoviamo Arte - Rockin' Donuts

Domenica 20 maggio alle 18.30, alla galleria “Promuoviamo Arte” ritorna BioPics, la mostra d’arte che fonde Arte e Cinema e in cui i grandi personaggi dell’umanità rivivono nelle tele di Fabio Govoni, che prende in prestito i volti dei divi del grande schermo.

Una esposizione che segue i successi già ottenuti a Modena, Milano, Genova, Firenze e Bologna e che Promuoviamoarte è lieta di ospitare per la prima volta a Napoli all’interno dei propri spazi in formato “preview”.

Questa preview sarà un’anticipazione della grande mostra “BioPics3 – The End” prevista a Castel dell’Ovo nell’estate 2019, in cui verranno presentati oltre 60 lavori, tra cui inediti realizzati per l’occasione.

BioPics, giunto alla terza edizione, è un omaggio al cinema biografico (biographical picture;“biopic” appunto), che in maniera più o meno romanzesca, ha saputo narrare vicende, amori, sentimenti e curiosità di personaggi che la storia, la letteratura, la politica, la musica, lo sport, la pittura, la religione e molto altro, hanno reso celebri ed immortali.

Rappresentazioni tanto eloquenti, non solo da rientrare di diritto nella storia del cinema, ma addirittura da fondersi, e spesso confondersi, con la realtà stessa. Il risultato è un sottile gioco di parti che è essenza stessa di questo singolare progetto.

Un moderno trompe l’oeil testimoniato anche dai titoli delle opere, nei quali convivono il nome del personaggio e quello dell’ interprete. Nascono così, ad esempio, opere come: “Ernesto Del Toro” raffigurante Benicio Del Toro nei panni di Ernesto Guevara nella pellicola “Che”, o di “Pablo Hopkins”, in cui uno straordinario Anthony Hopkins è alle prese con l’istrionico artista catalano nel film “Surviving Picasso” del 1996.

“Ernesto del Toro” – BioPics – Promuoviamo Arte – Rockin’ Donuts

Un’entusiasmante galleria di volti rubati alla celluloide che suggerisce pertanto più livelli di lettura: da quella più immediata legata alla mimesi del personaggio; ad una più orientata a sollecitare la curiosità dello spettatore nell’ approfondire la personalità ritratta al di là del mito cinematografico, sfruttando l’accesso facilitato alle informazioni messo a disposizione dal mondo contemporaneo.

Per chi ama il cinema e l’arte è una mostra da non perdere.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Capelli ricci, rossetto e mascara sono il suo tratto distintivo. Per lei il cinema, un piacere che si concede ogni volta che può, è un modo per evadere dalla realtà ed immergersi in mondi nuovi. La musica, fedele compagna delle sue giornate, fa da sottofondo quando lavora, ma spesso si lascia trascinare dal sound e finisce col dimenticare ciò che stava facendo!

Netflix Italia: le novità di maggio 2018

Rockin’ Troubadour: Foo Fighters – La seconda vita di Dave Grohl