in , ,

Oscar 2018, A Ciambra è il film italiano candidato

A Ciambra - Oscar 2018

Siamo ancora a settembre, ma è già tempo di pensare agli Oscar 2018, la cui cerimonia si terrà il 4 marzo 2018.

Il 26 settembre i membri dell’Academy si sono riuniti per designare il candidato italiano fra 14 film proposti.

Ma facciamo un passo indietro: come viene scelto il film italiano da candidare agli Oscar?

Questo compito spetta all’ANICA, l’Associazione Nazionale Industrie Cinematografiche Audiovisive Multimediali, che è stata invitata dall’Academy of Motion Picture Arts and Sciences – quelli degli Oscar, per intenderci -, a scegliere il film italiano che concorrerà alla 90ma Edizione degli Oscar. La Commissione di Selezione era composta da giornalisti, produttori, distributori e registi: Nicola Borrelli, Cristina Comencini, Carlo Cresto-Dina, Felice Laudadio, Federica Lucisano, Nicola Maccanico, Malcom Pagani, Francesco Piccolo.

A questo punto la palla passa in mano ai membri dell’Academy, che dovranno selezionare, tra le proposte proveniente dai Paesi di tutto il mondo, prima le dieci pellicole componenti la short list e poi le cinque candidate all’Oscar come miglior film straniero.

Per ottenere la selezione dall’ANICA i film dovevano avere alcuni requisiti: il film deve essere in lingua italiana, devono essere distribuiti sul nostro territorio tra il 1° ottobre 2016 e il 30 settembre 2017 e ogni film doveva inviare la propria candidatura entro il 14 settembre 2017.

I film che hanno inviato la propria candidatura dall’ANICA sono:

  • A Ciambra di Jonas Ash Carpignano
  • Cuori puri di Roberto De Paolis
  • L’equilibrio di Vincenzo Marra
  • Una famiglia di Sebastiano Riso
  • Fortunata di Sergio Castellitto
  • Gatta Cenerentola di Alessandro Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri e Dario Sansone
  • Ho amici in Paradiso di Fabrizio Maria Cortese
  • L’ora legale di Salvatore Ficarra e Valentino Picone
  • L’ordine delle cose di Andrea Segre
  • Sicilian Ghost Story di Antonio Piazza e Fabio Grassadonia
  • La stoffa dei sogni di Gianfranco Cabiddu
  • La tenerezza di Gianni Amelio
  • Tutto quello che vuoi di Francesco Bruni
  • La vita in comune di Edoardo Winspeare

 

 

A Ciambra è il film italiano che è stato selezionato per concorrere agli Oscar per il miglior film in lingua non inglese. 

 

Il film, diretto da Jonas Carpignano, con Damiano Amato e Pio Amato, era stato presentato alla Quinzaine del Réalisateurs del Festival di Cannes; e vanta tra i produttori esecutivi il grande regista italo americano Martin Scorsese. Un nome che, quando si parla di Oascar, spiana la strada.

A Ciambra racconta la storia di Pio, 14 anni, che vive nella piccola comunità rom denominata A Ciambra in Calabria. Beve, fuma ed è uno dei pochi che siano in relazione con tutte le realtà presenti in zona: gli italiani, gli africani e i suoi consanguinei Rom. Pio segue e ammira il fratello maggiore Cosimo e da lui apprende gli elementi basilari del furto. Quando Cosimo e il padre vengono arrestati tocca a Pio il ruolo del capofamiglia precoce che deve provvedere al sostentamento della numerosa famiglia.

La pellicola raccoglie il testimone che lo scorso anno fu di Fuocoammare di Gianfranco Rosi, che non riuscì ad entrare nella cinquina dei film stranieri ma fu incluso in quella dei documentari.

Nonostante A Ciambra sia il film italiano candidato alle selezioni, non vuol dire che possiamo già immaginarci a tifarlo durante la notte delle stelle, perché il percorso è ancora lungo: il film italiano dovrà confrontarsi con quelli degli altri paesi per rientrare nella lista dei cinque candidati definitivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Capelli ricci, rossetto e mascara sono il suo tratto distintivo. Per lei il cinema, un piacere che si concede ogni volta che può, è un modo per evadere dalla realtà ed immergersi in mondi nuovi. La musica, fedele compagna delle sue giornate, fa da sottofondo quando lavora, ma spesso si lascia trascinare dal sound e finisce col dimenticare ciò che stava facendo!

Al San Gennaro Day si ripete il “miracolo” dell’arte

White Gold, la serie Netflix con Ed Westwick