in ,

4:44 di Jay Z: dieci canzoni e molti riferimenti a Beyoncé

4:44 - Jay Z

In 4:44, Jay Z si scusa con la moglie per essere stato un “donnaiolo”, e parla anche alla nascita dei suoi due gemelli. In Italia è già disponibile sulla piattaforma Tidal.

4:44:, 10 canzoni per poco più di 35 minuti, è la tredicesima opera del poliedrico artista che arriva dopo quattro lunghi anni dall’ultimo album Magna Carta… Holy Grail di luglio 2013.

Secondo i media americani, l’album – che coincide con l’arrivo in Italia della piattaforma Tidal – ricorda già nel titolo (4:44) il vincolo di Jay-Z con la moglie, entrambi affascinati dal numero quattro: il primo “4” sta al giorno di compleanno del rapper (4 dicembre), il secondo a quello di Beyoncé (4 settembre) e il terzo al 4 aprile, loro anniversario di matrimonio.

4:44 – Jay Z e Beyoncé

La versione del diretto interessato è però diversa: nel disco, infatti, c’è una canzone omonima, la numero cinque, che Jay-Z ama particolarmente.

«Mi sono svegliato letteralmente alle 4:44 del mattino per scrivere questa canzone”, che poi “è diventata il titolo dell’album perché è la migliore che abbia mai scritto», ha detto il rapper.

In 4:44 Jay-Z confida alcuni aspetti del suo rapporto con la cantante americana: il rapper si scusa con lei per essere stato un “donnaiolo“, e spiega che la nascita dei due gemelli gli avrebbe fatto “mettere la testa a posto“. Fa riferimento, inoltre, a una serie di aborti – di cui aveva già parlato in una sua precedente canzone, Glory, e ricorda i suoi alti e bassi nella relazione con la moglie. Presente, in ultimo, anche la figura della figlia Blue Ivy, citata dal rapper con affetto paterno.


4:44 – Jay Z con Blue Ivy

Nell’album le rime di JAY-Z sono piene di calore, con un semplice messaggio sull’imparare dalle avversità che la vita ti pone d’avanti. In un album destinato a diventare un successo mondiale, con una mossa di classe, che è anche parecchio “strappa lacrime”, la parola finale va a sua madre.

Clicca qui per accedere alla piattaforma Tidal e ascoltare 4:44 di Jay Z

 

Tracklist:

1. Kill Jay Z
2. The Story of O.J.
3. Smile [ft. Gloria Carter]
4. Caught Their Eyes [ft. Frank Ocean]
5. 4:44
6. Family Feud
7. Bam [ft. Damian Marley]
8. Moonlight
9. Marcy Me
10. Legacy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Capelli ricci, rossetto e mascara sono il suo tratto distintivo. Per lei il cinema, un piacere che si concede ogni volta che può, è un modo per evadere dalla realtà ed immergersi in mondi nuovi. La musica, fedele compagna delle sue giornate, fa da sottofondo quando lavora, ma spesso si lascia trascinare dal sound e finisce col dimenticare ciò che stava facendo!

Rockin’ Troubadour : Club 27 il caso Jimi Hendrix

Un pomeriggio con Enzo Savastano