in ,

Firenze Rocks, il festival più rock dell’estate 2017

Firenze Rocks

Dal 23 giugno al 25 giugno la Visarno Arena si accende per il Firenze Rocks: 3 giorni di concerti per dar vita ad un grande festival musicale di respiro europeo.

Aprono le danze gli Aerosmith venerdì, unica data italiana di Aero-Vederci Baby, il loro tour di addio. Prima di loro i Placebo, Deaf Havana e Jack Lukeman. Sabato sarà il turno di Eddie Vedder, anticipato da Samuel dei Subsonica (a sostituire i Cranberries) e Glenn Hansard ed Eva Pevarello.

Dopo l’annullamento del tour dei Cranberries, il cartellone del 24 giugno è stato completato con la presenza di Samuel (non senza polemiche sui social: il cantante dei Subsonica inizialmente sembrava dovesse esibirsi dopo Hansard e prima di Vedder, poi saggiamente è stato spostato prima).

Domenica la chiusura è metal con i System Of A Down & Prophets Of Rage e in apertura Don Broco, Mallory Knox.

Virgin Radio è la radio ufficiale di Firenze Rocks e seguirà il festival con il suo truck sul luogo dando aggiornamenti, foto e interviste realizzate durante le 72 ora di festival.

Ecco la lineup definitiva e gli orari ufficiali dei tre giorni di concerti:

23 giugno 

Soviet Soviet > 15:20
Jack Lukeman > 16:15
Deaf Havana > 17:30
Dj Ringo & Dj Toky > 18:15
Placebo > 19:00
Aerosmith > 21:00

24 giugno 

Altre Di B > 17:15
Eva Pevarello > 18:10
Dj Ringo & Dj Toky > 18:35
Samuel > 19:20
Glen Hansard > 20:50
Eddie Vedder > 22:35

25 giugno 

Appaloosa > 15.45
Mallory Knox > 16.30
Don Broco > 17.30
Dj Ringo & Dj Toky > 18.15
Prophets Of Rage > 19.00
System Of A Down > 21.00

 

Le mappe dell’area

Firenze Rocks – mappa

 


Firenze Rocks – mappa

 

Orari di apertura del botteghino

Ore 10:00 > ritiro buste TicketOne
Ore 11:00 > cassa Vendita
Ore 12:00 > cassa Accrediti
Ore 12:00 > APERTURA CANCELLI

Enjoy the Firenze Rocks!

 

One Ping

  1. Pingback:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Capelli ricci, rossetto e mascara sono il suo tratto distintivo. Per lei il cinema, un piacere che si concede ogni volta che può, è un modo per evadere dalla realtà ed immergersi in mondi nuovi. La musica, fedele compagna delle sue giornate, fa da sottofondo quando lavora, ma spesso si lascia trascinare dal sound e finisce col dimenticare ciò che stava facendo!

Lovers Film Festival, la 32° edizione

Rockin’ Troubadour : Club 27 il caso Brian Jones