in

La musica contro l’orrore: il concerto “One Love Manchester”

One Love Manchester

A due settimane dall’attentato del 22 maggio alla Manchester Arena che ha causato 22 morti e 119 feriti, è andato in scena “One Love Manchester”.

Il concerto, che vedeva protagonista Ariana Grande insieme ad altre stelle della musica, è stato dedicato alle vittime dell’attentato, avvenuto proprio durante uno spettacolo della popstar americana.

L’evento è stato trasmesso in tv in 30 Paesi, tra cui l’Italia. I biglietti sono andati subito sold out e i ricavati andranno tutti in beneficenza alle famiglie delle vittime e alle persone ferite durante l’attentato.

From inspiring performances to amazing displays of unity, here's what happened at Ariana Grande's #OneLoveManchester benefit concert ❤️

Pubblicato da MTV su domenica 4 giugno 2017

 

Sul palco grandi nomi della musica: Robbie WilliamsLiam Gallagher, Coldplay, Katy Perry, Miley Cyrus, Pharrel Williams, Justin Bieber, Mumford and Sons’, Black Eyed Peas e molti altri.

Un live che, a questo punto, assume un significato ancora più particolare per la Gran Bretagna: la polizia della Greater Manchester ha annunciato che l’evento si tiene anche in onore delle vittime degli attacchi di ieri a Londra.

Tra un’esibizione e l’altra, sono stati trasmessi alcuni commoventi videomessaggi: protagonisti U2, Stevie Wonder, che ha anche cantato intonando la strofa ‘Love is the Way’, l’ex campione del Manchester United David Beckham e ancora Rita Ora, Sean Paul e Sam Smith. Tra i videomessaggi, anche quello di sir Paul McCartney, che ringrazia Ariana Grande e invia “amore, a tutti voi”.

Sul finale, non previsto, Liam Gallagher ha intonato l’inno generazione degli Oasis, Live Forever”.

One Love Manchester si è concluso con tutte le star sul palco insieme ad Ariana Grande per ‘One last time’. Infine la 24enne cantante americana, visibilmente commossa, si è esibite in un classico: ‘Somewhere over the rainbow’.

Nervosi ma decisi, giovani e adulti sono affluiti verso il glorioso Old Trafford Cricket Ground: Manchester ha dunque risposto all’invito di Ariana Grande, sfidando la paura. Non esser presenti al concerto One Love Manchester sarebbe stato come darla vinta a chi sparge terrore e paura nelle nostre città e nelle nostre vite.

Ancora una volta, il potere della musica sconfigge ogni paura!

One Love Manchester

 

 

2 Pings & Trackbacks

  1. Pingback:

  2. Pingback:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Capelli ricci, rossetto e mascara sono il suo tratto distintivo. Per lei il cinema, un piacere che si concede ogni volta che può, è un modo per evadere dalla realtà ed immergersi in mondi nuovi. La musica, fedele compagna delle sue giornate, fa da sottofondo quando lavora, ma spesso si lascia trascinare dal sound e finisce col dimenticare ciò che stava facendo!

Rockin’ Donuts is back!

“Is this the life we really want?”, l’album di Roger Waters